Redbyte Tournament - Redbyte - Storia

Indice articoli

 

Il punto di vista più interessante per gli smanettoni è stato però il poter ammirare gli stand di alcuni dei grandi BIG nel mondo del gaming. Tra i vari stand presenti all'interno del parco fiere abbiamo trovato Antec, ThermalTake, Kingston, Asus, AMD e Foxconn. Non sono mancati gli stand dedicati alla vendita quali Totalmodding.com e Drako.it, che ha messo in mostra un grande varietà di hardware di fascia altissima.
In ogni stand è stata assemblata una sistema windows-based sulla quale giocare uno dei titoli più conosciuti, da Track Mania a Crysis a Medal Of Honor e così via. I video giocatori hanno avuto modo perciò di apprezzare i pregi di una macchina hardware assemblata con i migliori componenti per overclocking, dai case ThermalTake ed Antec fino alle PSU Corsair, alle schede video AMD, alle schede madri Foxconn, passando per tutta la dotazione gaming Roccat e Saitek presentata da Drako.it.

Il nostro contributo al Redbyte Show è stato apportato indirettamente tramite lo stand Foxconn, la quale ci ha fornito una scheda madre Flaming Blade GTI dalle elevate prestazioni, sulla quale è stato montato un Intel i7 950, una scheda video AMD serie HD6900, un kit di memoria Ram da 6 Gb fornito da Kingstone, il tutto montato all'aperto, sulla scatola della scheda di cartone della scheda madre. Sebbene non ci sia stato possibile per motivi logistici portare tutta l'attrezzatura di cui avevamo bisogno per fare overclock sulla CPU, ciò non ci ha impedito di fare qualche piccolo test di overclocking sulla macchina da test così composta dall'elìte dei prodotti presenti al Redbyte.

Prodotti_FoxconnDSCN1239DSCN1240

Con il dissipatore stock di Intel abbiamo raggiunto senza alcun problema ti stabilità la frequenza di 3.60 GHz sulla cpu, mostrando ai presenti quanto sia stato semplice ottenere quel risultato tramite la sola operazione di incremento FSB della scheda madre, senza necessità di overvolt su CPU e Chipset. Con qualche piccolo incremento di voltaggio sul VTT la CPU è stata fatta operare alla frequenza di 3.80 GHz, tuttavia le temperature in Full Load hanno reso impossibile salire ulteriormente di frequenza con il dissipatore stock di Intel. Il nostro overclock si è concluso così, mostrando al pubblico quanto sia stato semplice raggiungere una frequenza del 24% in più rispetto a quella nominale, senza aver toccato quasi nessuna impostazione nel bios. In questo sicuramente siamo stati facilitati dall'eccellente sistema di alimentazione digitale a 6 fasi implementato nella Flaming Blade GTI, che garantisce un'eccellente precisione nell'alimentare la CPU, mantenendone bassa la dispersione termica ed energetica.