Cebit 2011 - Schede video: nVidia e ATI

Indice articoli

 

AMD-Radeon-HD-6990Sebbene si vociferi da ormai qualche settimana che la HD6990 sia prossima al lancio, ad Hannover tutti gli appassionati sgranavano gli occhi al passaggio di fronte allo stand MSI, dove era esposta un esemplare di HD6990. In effetti tale scheda grafica è stata montata anche su uno dei PC all’interno dello stand ATI, ma non sono state rivelate ancora in via ufficiale le caratteristiche di questa scheda. Sappiamo per certo però che la HD6990 è caratterizzata da una doppia GPU Cayman, con un quantitativo di memoria video di ben 4 Gb. Ci aspettiamo frequenze di funzionamento più basse in confronto alla HD6970 (per via della dissipazione termica e per ridurre i consumi), ma non escludiamo la possibile uscita di modelli “overclockati” da fabbrica da parte di MSI e Sapphire. Sappiamo per certo che la scheda faccia uso di un doppio connettore PCI-Express a 8 pin e che la frequenza delle due GPU dovrebbe aggirarsi intorno agli 830 MHz, mentre quella delle memorie intorno ai 5000MHz. Un eventuale modello overclockato dovrebbe poter arrivare fino a 880 MHz – 900 MHz come frequenza di GPU, arrivando a consumare oltre i 400 W sotto carico massimo, mentre il modello standard dovrebbe consumare circa 375 W al carico del 100%. I consumi in IDLE dovrebbero aggirarsi intorno ai 37 W.

xfx

xfx2

xfx3

Lo stand di XFX è stato caratterizzato dalla presenza quasi assoluta di prodotti ATI. La maggior parte delle schede video esposte da XFX era caratterizzata da sistemi di raffreddamento avanzati, differenti da quelli stock. Nella fattispecie la HD6950, la HD6870 e la HD6850 montavano un sistema di raffreddamento con HeatPipe. Come ci saremo aspettati la scena è stata dominata dalla XFX HD5970, caratterizzata da ben 6 uscite video DisplayPort, al momento la scheda video più veloce di AMD. La HD6970 presentata da XFX invece monta il sistema di raffreddamento stock, identico al modello reference di ATI.

Un altro produttore che non potevamo esimerci dal visitare è Zotac. Dal momento in cui nVidia non ha presentato nuove schede video di rilievo dopo le GTX 580/570, Zotac ha presentato le proprie schede AMP version overclockate da fabbrica per un pubblico di appassionati:

  • GeForce GTX 580 AMP: Clock GPU 815 MHz, Clock mem (GDDR5) 4.100 MHz;
  • GeForce GTX 570 AMP: Clock GPU 780 MHz, Clock mem (GDDR5) 4.000 MHz;
  • GeForce GTX 560 Ti AMP: Clock GPU 950 MHz, Clock mem (GDDR5) 4.400 MHz.

Particolarmente interessante è stato notare la capacità della GTX 560 Ti nel gestire fino a 5 monitor diversi contemporaneamente. Si tratta di un risvolto interessante per usi particolari anche in ambiente professionale, dove spesso è richiesto ad una singola scheda video di gestire più monitor contemporaneamente.

Sempre da Zotac è stata presentata una serie di prodotti chiamata ZBOX: si tratta di sistemi multimediali stile nettop studiati per utilizzo domestico. A tale famiglia appartengono numerosi prodotti, che si differenziano per vari aspetti hardware. Più in generale possiamo distinguere altre sotto-categorie di ZBOX: quelle basate su grafica nVidia (ION), quelle basate su Intel ATOM, quelle basate su ATI Brazos. Inoltre un’ulteriore parametro di differenzazione consiste nell’integrazione del sistema BLU-RAY, il quale incide sul prezzo in maniera più decisiva rispetto alla scelta del tipo di piattaforma video (tutte le soluzioni BLU-RAY sono però caratterizzate da nVidia ION).