Roccat Kone & Apuri

Indice articoli

Nato come articolo dedicato all'utenza gaming, il Roccat Kone integra alcune caratteristiche esclusive per viodeogiocatori: prima tra tutte la velocità e la precisione del sistema di puntamento laser, da ben 3200 dpi e frequenza di aggiornamento di 1000 Hz, finalizzato ad avere il massimo controllo del puntatore. Una principale differenza principale con i mouse di fascia alta prodotti da Logitech consiste nel fatto che Roccat non ha la pretesa (o non ne ha alcun interesse) a fornire il proprio mouse come articolo adatto anche ai disegnatori-grafici, ma preferisce un pubblico di soli gamers nonostante abbia un sistema d puntamento molto preciso e - a nostro avviso - adatto anche ai disegnatori.

 

Andando incontro ad una delle esigenza dei gamers, Roccat ha implementato ben 10 pulsanti completamente programmabili cercando di posizionarli nei punti più accessibili del mouse. Dando uno sguardo alla foto riportata di sopra, notiamo che i più evidenti pulsanti sono posti sulla parte sinistra, in prossimità della posizione dell'impugnatura riservata al pollice (della mano destra). Quali sono dunque gli altri pulsanti? Beh, oltre ai soliti (e scontati) punsanti sinistro e destro, ci accorgiamo immediatamente della presenza di ulteriori 3 tasti: uno posto esattamente sopra lo scroller tra i due tasti principali, ed un'altra coppia trova alloggio sbito sotto lo scroller. Siamo perciò giunti a quota 7. Gli ultimi tre tasti sono integrati direttamente nello scroller: il primo è ottenibile mediante pressione verticale sulla rotellina, mentre gli altri due si ottengono spostando la leva dello scroller a sinistra e a destra.

Da un punto di vista più tecnico, notiamo che il Roccat Kone integra al suo interno un sistema per la memorizzazione di 5 profili impostabili con l'apposito software, che si appoggia su una memoria di 128 Kb integrata direttamente sul mouse. Sempre più scendendo nel dettaglio tecnico, è interessante scoprire che il Kone fa affidamento su un processore da 72 MHz dedicato esclusivamente alla gestione delle macro direttamente salvate nella memoria del mouse: ciò permette di guadagnare anche qualche piccolo vantaggio prestazionale durante il gioco poichè "solleva" la cpu dal carico (sebbene quasi trascurabile rispetto a quello di una applicazione 3d vera e propria sui pc più moderni e potenti) di lavoro per l'elaborazione delle macro.

{timg title:="Roccat Kone, gaming mouse." img:="images/stories/roccatkone/kone4.jpg" thumb:="images/stories/roccatkone/kone4_t.jpg" gal:="Roccat Kone"}

Abbiamo già anticipato (nella parte dedicata al boundle ed alla dotazione del Kone) la presenza di un kit di 4 pesini che possono essere montati sul mouse, direttamente nella parte inferiore a contatto con la superficie di scorrimento. Il kit di cui parliamo è composto da quattro elementi integrabili nel mouse, differenti esclusivamente nel rispettivo peso: 1x 5g, 1x 10g, 1x 15g, 1x 20g. Si noti che non è possibile installare contemporaneamente più pesini, il che ci porta a dire che il massimo "carico" è di 20g.