Antec 1900: il nuovo gigante di Antec.

L’Antec 1900 viene fornito all’interno di una confezione in cartone, all’interno della quale è protetto con appositi supporti in polistirolo contornato da un telo di plastica anti-statico.

Una volta aperta la scatola del case e rimosso l’imballaggio protettivo, il cabinet ci si prospetta d’innanzi in tutta la sua magnificenza: esso misura ben 69,6 x 22,3 x 55,5 cm e difficilmente è posizionabile sotto scrivanie da ufficio. Infatti l’altezza del case è la dimensione più generosa delle tre e lo rende “particolare”, in quanto in essa si concentrano sia i punti forti del case sia quelli critici. Per quanto riguarda il peso del cabinet, abbiamo misurato ben 23,4 Kg al netto degli imballaggi. Considerando il peso introdotto da un alimentatore, mainboard, scheda video, dischi e un dissipatore di fascia alta, non è impossibile pensare ad un sistema completo che pesi circa 30 Kg.

Per quanto riguarda i materiali che compongono questo cabinet troviamo alluminio, plastica e plexyglass.

Ad un primo superficiale sguardo, alcuni elementi colpiscono la nostra attenzione. In primis la presenza di un’ampia finestra laterale che, in perfetto stile Antec, non lascia intravedere dischi fissi ma solamente la zona mainboard. In secondo luogo identifichiamo un doppio alloggiamento per alimentatori formato ATX. La zona inferiore del case sembra inoltre separata da quella superiore: vedremo che questa supposizione si rivelerà esatta. Per quel che riguarda la zona frontale del case, notiamo numerose connessioni USB (sia 2.0 che 3.0) ed un design piuttosto semplice e lineare.

In generale, dal punto di vista estetico e strutturale, l’Antec 1900 sembra presentare le medesime caratteristiche comuni a tutti gli altri cabinet della serie Hundred. In particolare notiamo una forma slanciata, più stretta e più alta del classico Mid-Tower / Full-Tower, nonché la presenza di ventole superiori e posteriori e della finestra laterale in plexyglass. Anche i colori sono più o meno simili: il nero opaco la fa da padrone ma un’attenzione particolare è stata rivolta al processo di verniciatura, che su questo cabinet risulta essere impeccabile. La vera differenza in termini estetici con il resto della serie Hundred sta nei due colori “tema” che caratterizzano questo modello: verde o rosso. La versione che recensiamo in questo articolo appartiene al filone tematico rosso: ce ne accorgiamo dal pannello frontale e dal colore delle maschere protettive degli slot PCI posteriori.