Antec HCP 1000 Platinum

Come nostra consuetudine abbiamo assemblato una macchina da test in grado di assorbire, in full load, circa il 50-60% del massimo carico nominale sopportabile dall’alimentatore. Sono due principalmente i motivi che ci hanno condotto a questa scelta:

  1. Non sono troppo comuni configurazioni hardware che assorbono più di 600W in FULL LOAD: per arrivare a consumare 800W sarebbero state necessarie almeno 4 VGA di fascia alta, di cui non disponevamo.
  2. Il carico ottimale per una PSU 80+ Platinum, generalmente, equivale al 50% della sua capacità nominale. Ciò fa supporre che gli appassionati più oculati baseranno la scelta del wattaggio PSU preferibilmente su questo parametro.

In alcuni casi potrebbe aver senso testare il carico fino a 1000W con dispositivi di dissipazione ad-hoc o costruiti autonomamente. Tuttavia questi dispositivi di dissipazione tendono a falsare effettivamente i test in quanto, se realizzati nel più semplice dei modi, si comporrebbero di resistori di potenza in parallelo. Il carico che un alimentatore deve sopportare in caso di resistori è lineare (per la legge di Ohm), mentre i componenti hardware non seguono praticamente mai questa legge ma caricano la PSU in modo non lineare.

Di seguito elenchiamo i componenti della macchina da test:

Alimentatore

Antec   HCP 1000 Platinum

Processore

Intel i7 3820 @ 4.30 GHz

Scheda madre

EVGA X79 Classified

Configurazione video

2 x   Sapphire HD6970 2Gb CrossFire

Ram

4x4 Gb Kingston   HyperX 2133 MHz CL11

Storage

4 x WD Caviar Black 750Gb Raid 5 su LSI 3Ware   9750-4i4e

Dissipatore CPU

Noctua NH-C14, due ventole Noctua 140 mm

Ventole supplementari

3 x ventole Nanozia 120 mm

L’obiettivo dei nostri test è quello di testare la stabilità delle tensioni in uscita sulle varie linee della PSU al variare del carico complessivo sui l’alimentatore è sottoposto, annotando e confrontando i risultati per ogni linea. Per realizzare tale obiettivo, abbiamo fatto uso dei più comuni software di stress-test, quali Prime95, Ati-Tool e OCCT.

Le misurazioni sono state effettuate mediante pinza amperometrica, multimetro e wattmetro.